venerdì 30 dicembre 2016

IMPACCO CASALINGO con fieno greco, brahmi e ortica!






Ciao ragazzi, come sicuramente avrete visto dal video tutorial, per la prima volta vi mostro come utilizzare sui capelli delle erbe indicate per la cura di cute, lunghezze e punte, in maniera molto semplice!

La cura dei capelli in passato si basava solo sull'utilizzo di piante, ed in particolare la tradizione più vasta a riguardo è presente nei paesi orientali. Ma non è necessario recarsi in Giappone, in Indonesia o in Cina per reperire queste piante! Sebbene molte non crescono nel nostro continente, le si possono acquistare nelle erboristerie e nei siti che vendono prodotti per capelli naturali oppure on line!! In particolare io le ho acquistate sul sito AromaZone e sul sito Le Erbe Di Janas.

In questa ricetta utilizzo:

- Fieno greco:è una pianta della famiglia delle Fabaceae. Nota per le sue proprietà ricostituenti, è utile anche come ipocolesterolemizzante, mucolitico e antinfiammatorio. La farina di fieno greco è ottenuta da una leguminosa, la Trigonella foenum graecum. Utilizzata sia a scopo alimentare che per uso cosmetico, la farina di fieno greco è un ottimo tonico e ricostituente. 

- Ortica in polvere:Le foglie di ortica apportano vitamine e minerali utili a rinforzare i capelli: in particolare, l'ortica è ricca di zolfo, zinco, rame, ferro, calcio e potassio oltre alle vitamine A, C, B2, B5 e B9. Per questo motivo, l'uso di estratti a base di ortica aiuta a ritrovare la naturale bellezza dei propri capelli e a prevenirne la caduta.
L'ortica è un rimedio adatto a chi ha capelli che appaiono fragili e devitalizzati o contro la caduta dei capelli e si rivela un ottimo alleato anche per combattere la forfora e i capelli grassi.
- Brahmi:Il Brahmi è conosciuto in Ayurveda per le sue proprietà ringiovanenti, agisce sulle cellule del cervello migliorando la memoria.
E' il più potente rivitalizzante per i capelli!
E' un toccasana per chi soffre di caduta eccessiva dei capelli, capelli radi, incanutimento precoce, forfora.
Per la cura dei capelli è consigliato l'utilizzo in combinazione con Amla, Bringhraj, Shikaki, Tulsi e/o Neem per promuovere non solo la forza delle radici, ma anche per ispessire i capelli e dare sollievo al prurito del cuoio capelluto e per combattere la forfora. 
Brahmi si può usare in pasta in infuso o anche macerato in olio sempre per applicazioni cutanee.
- Curcuma:La curcuma per i capelli può essere utilizzata con scopi diversi: schiarire o donare riflessi biondi, come trattamento antiforfora o infine per rendere i capelli più morbidi e forti.

DOSI:

  • 2 cucchiai e mezzo di farina di fieno greco
  • 2 cucchiai di polvere di ortica
  • 2 cucchiai di brahmi
  • mezzo cucchiaio di curcuma ( facoltativo)
PROCEDIMENTO:
Mescolare le polveri ed unirle a 200 ml di acqua calda. Mescolare per bene. Coprire con pellicola e lasciare macerare per 12 ore. Applicare su cute e capelli, coprire la testa con pellicola e lasciare in posa per un'ora. Fare regolarmente lo shampoo, poi il balsamo ed infine un ultimo risciacquo acido (acqua più aceto) luciderà ancora di più le punte!

SE NON AVETE TUTTE QUESTE POLVERI potete utilizzarne anche solo una, ed effettuare ad esempio solo un trattamento a base di farina di fieno greco! Per questo trattamento vanno bene inoltre hennè neutro (cassia), ibisco, katam, rosa di damasco, e se volete anche dare dei riflessi o tingere il capello potete aggiungere anche una polvere colorante come hennè rosso, indigo (hennè nero) ecc..! 


6 commenti:

  1. Si può mettere cacao in polvere x riflessi castani o caffè,anche x la caduta e distaccamento?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao il cacao o il caffè non danno riflessi permanenti

      Elimina
  2. Certo ma come il karkadè per i riflessi rossi non ha un vero e proprio potere colorante e svanisce al primo lavaggio.

    RispondiElimina
  3. si posso aggiungere oli essenziali per profumare ?

    RispondiElimina
  4. Ciao,vorrei aggiungere al brhami e al fieno greco il kapor?

    RispondiElimina